10/10/2008

Intervista a Cofferati (se si potesse)

Pellacani: Sindaco, perche' Genova?
Sindaco: Il sole, il mare, lo iodio...
P: Sindaco!
S: Va bene, va bene. Sa, la famiglia, la citta' multietnica, il porto con tutte le sue metafore. E poi non mi prendono in giro perche' metto il vino nel brodo. Come diceva Brera, i liguri sono padani che si sono spostati sul mare, quindi c'e' comprensione antropologica. E mi incuriosisce questa storia del cappon magro, io che i capponi li ho sempre visti grassissimi.
P: Ma se di Bologna-citta' dovesse elencare i tre principali difetti, quali sceglierebbe?
S: E' una citta' di vecchi, troppi vecchi. E i vecchi, si sa, sono contrari a qualunque cambiamento per principio. Di destra e di sinistra. E poi le polemiche, su tutto, sempre, a prescindere, come nelle partite a carte tra, appunto, vecchi. Il terzo difetto e' il pane: a Bologna non sanno cosa sia. Come si fa a dire di essere una citta' che fa della cucina il suo vanto e non conoscere il pane.
P: Insomma, tutti aspetti molto politici.
S: La politica e' la vita quotidiana delle persone.
P: Va bene, gliela concedo. E i tre pregi?
S: ...
P: Sindaco!
S: Si, si, eccomi. Allora, il primo pregio e' la ricchezza media. Al di la' delle statistiche e con tutto il sommerso legato allo sfruttamento dei giacimenti (in esaurimento) di studenti fuorisede, a Bologna si sente che ci sono basi materiali...
P: SINDACO!
S: Dicevo, che c'e' un livello di benessere superiore. Non certo come quello delle piccole citta' di provincia del nord, ma sicuramente si sta meglio che in molte altre citta'.
P: Gli altri due?
S: Chi?
P: Sindaco, gli altri due pregi.
S: Ah si. I portici.
P: Mica perche' non ci si bagna quando piove?
S: ...
P: Vabbe', e l'ultimo pregio?
S: La storia della citta' degli ultimi 60 anni. Nonostante tutto e tutti, Bologna ha sempre saputo essere il luogo in cui venivano accese molte micce...
P: Delle bombe?
S: Anche. No, seriamente, le cose che poi in altre citta' sapevano far fruttare e crescere qui riuscivano a prendere l'avvio, come un brodo primordiale. Pero' ultimamente anche questo sta venendo un po' meno. troppo vicina Milano. Troppo potente Roma. E Bologna nel mezzo e' rimasta a smistare il traffico.
P: Finalmente non una cazzata...
S: Come, scusi?
P: No, niente. Ma per chiudere, che e' l'ora del biberon mio e suo, da semplice cittadino cosa le manchera' di piu' di Bologna?
S: ...
S: ...
S: La gente per strada di notte a chiaccherare, fumare, far casino, incontrarsi.
P: Ma vada via 'l cul!
S: Benessum.

4 comments:

PonyLuna said...

Sei un genio

Titus Bresthell said...

E' un coglione

Pel(l)acani said...

Un merito gli va riconosciuto: ha unito molti nel pensiero su di lui...

Aeiouy said...

Sembra vagamente simpatico, il Coffero, in questa intervista. E' per questo motivo che l'intervista non è verosimile.
Aeiouy

Related Posts with Thumbnails