6/25/2008

Aria fresca

In questa da poco torrida estate 2008, finalmente un ventata di novita' sta sconvolgendo tutti i palinsesti televisivi e le redazioni giornalistiche.


Mi chiedo, di questo passo, quando sara' possibile tornare a parlare con serenita' di Pol Pot.

6/20/2008

FORSE TORNA, FORSE TORNA


Le nostre pressioni hanno sortito il loro effetto e, a causa di un non meglio precisato effetto decumulo di cariche, lui potrebbe tornare nel posto che gli spetta.
Lo attendiamo fiduciosi, portando da casa le michette.

6/12/2008

Nasci-consuma-crepa, ma almeno prima mangia

A seguito di questo e poi di questo, si puo' ben dire che:

adoro le abbuffate con i prinicipi dell'unita' aristotelica
ripudio l'abbuffata ripetuta e prolungata all'infinito
fine a se stessa, in una continuita' muta senza rutti
[Carducci al ragu']

6/07/2008

la fabbrica del brodo


Justus von Liebig
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Justus von Liebig
Justus von Liebig (Darmstadt, 12 maggio 1803 – Monaco di Baviera, 18 aprile 1873) è stato un chimico tedesco che ha dato importanti contributi alla chimica per l'agricoltura e la biologia e alla organizzazione della chimica organica.
Espulso dal Gymnasium per aver fatto detonare un esplosivo fatto in casa, si fa una prima esperienza come aiutante di un farmacista ad Happenheim. Studia all'Università di Bonn insieme a Karl Wilhelm Gottlob Kastner. Con questi si trasferisce alla Università di Erlangen dove ottiene un dottorato nel 1822 (...)
Come ha messo in luce Antonio Saltini nelle ultime opere, Liebig converte la propria dottrina del fosforo in dottrina sulla storia delle società umane, che sarebbero tutte destinate al tramonto dopo avere esaurito le riserve di fosforo dei terreni sui quali siano sorte. Spiega in questo modo il collasso della Grecia, di Roma e dell'Impero spagnolo; così, da chimico vestito il manto del profeta, proclama il prossimo tracollo dell'Impero britannico dove, data la diffusione dei water closets, il fosforo degli alimenti viene destinato a disperdersi in mare, come era avvenuto a Roma a causa della cloaca massima. Sopravviveranno, secondo la dottrina del tramonto delle civiltà di Liebig, solo il Giappone e la Cina, dove milioni di sudditi solerti vuotano, ogni mattina, i vasi da notte nelle concimaie, dalle quali i contadini porteranno con diligenza il contenuto a concimare le risaie [1].
Fra le sue scoperte si segnalano anche: un metodo per argentare il vetro; la preparazione artificiale dell'acido tartarico; l'uso dell'ozono per l'imbiancatura di tessuti vegetali; la trasformazione rapida dell'alcol in acido acetico; la formazione artificiale dell'acido ippurico. Liebig ha studiato inoltre gli aromi dei vini: l'ampolla conica da lui introdotta per le attività di laboratorio è ancora nota con il suo nome.
Nel 1865 fonda la compagnia Liebig (Liebigs Fleischextrakt) per produrre l'estratto di carne di sua invenzione, come alternativa economica e nutriente alla carne.
È noto anche per aver formulato la Legge del Minimo, nota anche come Legge di Liebig.
Al suo nome è intitolata l'Università di Giessen.

6/05/2008